Visualizzazioni totali

COME SI SVOLGE IL PERCORSO DIETOLOGICO

 COME SI SVOLGE IL PERCORSO DIETOLOGICO

PRIMA VISITA


§  Anamnesi del paziente

§  Conoscenza delle abitudini alimentari e dello stile di vita.

§  Richiesta di eventuali esami del sangue (se il paziente non è in possesso di  un referto recente).

§  Rilevazione dei dati antropometrici

(peso, altezza, circonferenze corporee)

§  Impedenziometria.

§  Analisi del comportamento alimentare: conoscenza dei gusti e dello stile di vita del paziente in modo da poter raccogliere tutte le informazioni necessarie per poter elaborare una dieta personalizzata.

§  Diete per ogni fascia di età (bambini, adolescenti, adulti, anziani).

§  Diete per sportivi.

§  Diete personalizzate per soggetti:

ü  in condizioni fisiologiche normali ;

ü  in condizioni fisiologiche speciali quali gravidanza, allattamento, menopausa, terza età;

ü  in condizioni patologiche accertate quali obesità, diabete, cardiopatie, dislipidemie, ipertrigliceridemia, ipertensione arteriosa, disturbi gastrointestinali, celiachia, allergie alimentari e disturbi del comportamento alimentare.

§  Consulenze nutrizionali ed elaborazioni per vegetariani e vegani. 

§  Consulenze a domicilio.


INCONTRO PER CONSEGNA DIETA


§   Valutazione dei risultati delle analisi

§   Consegna della dieta con eventuali     modifiche da apportare in base ai risultati      delle analisi .

 


CONTROLLI


§   Il primo controllo avviene dopo un mese       dall'inizio della dieta per valutare       l'efficacia della stessa e il tipo di metabolismo           del paziente.

§   Durante il primo controllo vengono valutati   nuovamente il peso e tutti i dati antropometrici,        impedenziometrici e vengono raccolte le       notizie fornite dal paziente sulla valutazione e           l'approccio con la dieta. Viene fatta una ulteriore        indagine psicometrica e viene impostato        il percorso da seguire per il futuro.

§   Se necessario, viene modificato l'apporto      calorico e la composizione della dieta.

§   I controlli successivi al primo verranno          concordati con il paziente in base ai risultati ottenuti ad ogni incontro. Infatti, il piano    dietetico della Dieta M.A.T.E.R. prevede       l'elaborazione di varie diete decise in base al tipo             di dimagrimento che il paziente deve             raggiungere e al tipo di evoluzione dello        stato patologico; il tutto fino       al conseguimento dell'obiettivo prestabilito.

 

ULTIMA VISITA


§   Eventuali esami clinici di controllo.

§   Elaborazione della dieta di mantenimento.


Nessun commento:

Posta un commento