Visualizzazioni totali

domenica 10 aprile 2016

IDENTIKIT DI UN POTENZIALE OBESO


                                                                          




                                           5_82.gif                                    Spesso sentiamo persone pronunciare la solenne frase: “Un mio conoscente mangia tanto e non ingrassa! Come mai io mangio poco e assimilo anche l’aria?”.  Certo è una considerazione detta con livore perché chiunque ingrassa facilmente vorrebbe somigliare a questi pochi “fortunati” che sfidano le calorie così spudoratamente. Purtroppo l’abuso di calorie non premia neanche il magro ostinato e prima o poi chiunque ne paga le conseguenze. La patologia si può manifestare sia a breve che a lungo termine. Tracciamo un identikit  del probabile obeso che chiameremo Signor Ciccia !  Il signor Ciccia ha una fame incontrollabile, non si sente mai sazio e pilucca tutto il giorno cibi zuccherati o salati. Anche di notte il suo frigo non ha tregua e lo ripulisce con cura da ogni prelibatezza . Il signor Ciccia prova insofferenza nel sedersi comodamente a tavola  e spesso consuma il pasto fugacemente , anche in piedi , e continua a ingurgitarne altro durante il  lavoro o mentre guarda il suo programma preferito alla tv o mentre naviga al computer … Il signor Ciccia anche al cinema o allo stadio non si siede alla poltrona se non ha comprato prima il secchiello più grande di salatissimi pop corn o la busta più grande di patatine e bibite di ogni tipo! .  Ciccia mangia con voracità, ingurgitando bocconi interi di cibo senza masticare.  E quante volte Ciccia affoga i dispiaceri con cioccolato e dolci di ogni tipo, è molto instabile di umore, facile all’ansia o alla depressione o alla noia e quindi il cibo diventa il suo ansiolitico o antidepressivo di fiducia.  Il signor Ciccia sulla sua tavola non fa mancare le sue  numerose  salsine che devono rendere  il gusto del cibo più invitante. Preferisce cibi fritti, impanati, imbrattati di formaggio fuso a delle “insipide” insalate. Non riesce a rinunciare ai tanti caffè con i tanti cucchiaini di zucchero  ed al suo amaro di fine pasto perché senza “non riesce a digerire”.  Non gli deve mai mancare il dolcetto del fine pasto e la bottiglia di bibita zuccherata e gassata o il suo litro di vino o la “ birretta ”grande .  Ama molto mangiare fuori con gli amici  perché così fan tutti, tanto l’alternativa è ingozzarsi per noia a casa sua . Ma a completare le sue malsane abitudini il signor Ciccia non si affatica mai, sale sempre in ascensore e usa solo la macchina anche per brevi spostamenti.
Ritornando a chi ha la fortuna di non ingrassare pur mangiando molto ,bisogna considerare alcuni aspetti della sua vita. Chi non ingrassa potrebbe:
1)      Mangiare molto solo in compagnia ma poco quando è nel suo nucleo familiare;
2)      Vantarsi di mangiare molto ma non realizzarlo affatto;
3)      Si muove molto e fa molto sport;
4)      Fa un lavoro pesante;
5)      Consuma molte verdure e frutta e pochi condimenti e fritture;
6)      Ha dei problemi di salute
Chi non possiede tutti questi requisiti sicuramente nel tempo, mantenendo le sue insane abitudini, ingrasserà comunque. Inoltre Il soggetto grasso spesso controlla il suo stato di salute perché teme patologie gravi, mentre il soggetto magro ma con insane abitudini pensa di non avere mai problemi ed invece scopre, nel tempo, di avere uno stato di salute precario.
In qualunque caso uno stile alimentare moderato e corretto salva la vita. Non a caso esistono molti motti sul cibo ma in questo contesto io cito ciò che ha detto Lucrezio : “Quello che è cibo per un uomo è veleno per un altro”. 

Nessun commento:

Posta un commento